Il miscelatore termostatico: quando e perché può fare la differenza in bagno

Focus

maggio, 2022

Sinonimo di innovazione al servizio del comfort, il miscelatore termostatico è un punto fermo degli ambienti bagno più moderni e raffinati.

Il miscelatore termostatico è un esempio eloquente di innovazione al servizio del comfort e della sicurezza dell’ambiente bagno. A livello tecnico, il miscelatore termostatico rappresenta l’evoluzione di quello tradizionale, presente nei bagni e nelle cucine di milioni di italiani. Mentre quest’ultimo applica una miscelazione statica dei due flussi d’acqua in ingresso per ottenere la temperatura desiderata, il concetto che contraddistingue il miscelatore termostatico è il controllo continuo della miscelazione.

Un esempio potrà chiarire ogni perplessità. Capita a tutti, infatti, di avere difficoltà a regolare il flusso della doccia alla temperatura ottimale e di passare da una troppo alta ad una particolarmente fredda. Oppure, caso meno comune ma significativo, di assistere a repentini scostamenti di temperatura quando viene attivata l’erogazione dell’acqua in altri punti della casa (cucina, altro bagno, zona lavanderia).

Grazie ad una valvola termostatica molto sensibile - in gergo tecnico “cartuccia termostatica”, come nel caso della cartuccia termostatica Nobili Thermotech - il miscelatore termostatico modula dinamicamente i flussi d’acqua fredda e calda per reagire e compensare gli scostamenti di temperatura e pressione durante l’uso della vasca o, più comunemente, della doccia. L’utente non fa altro che impostare la temperatura desiderata (in gradi centigradi) e la forza del flusso d’acqua, dopo di che si gode le sensazioni piacevoli di un momento dedicato a sé e al proprio benessere. Al resto ci pensa il miscelatore termostatico. Non è un caso che, in occasione di ristrutturazioni o di nuove installazioni, si tratti di una scelta fortemente consigliata e comune a tutti coloro che hanno a cuore il proprio benessere.

I TIPI DI MISCELATORE TERMOSTATICO

Sul mercato esistono diversi tipi di miscelatore termostatico. Come anticipato, la collocazione preferenziale è il bagno, e in particolare la doccia, ma si segnala un impiego piuttosto frequente anche nelle vasche, specie nel caso in cui sia possibile commutare in doccia attraverso un’apposita doccetta. Il miscelatore termostatico è meno diffuso nei lavandini e, soprattutto, in cucina, laddove potrebbe comunque essere integrato in modo efficace.

Considerando il caso più comune, quello della doccia, i miscelatori termostatici sono di due tipi: esterni e a incasso. I primi hanno un corpo orizzontale collegato agli impianti di acqua calda e fredda e incorporano due manopole alle estremità: temperatura e flusso d’acqua. Alcuni modelli evoluti sfruttano la tecnologia “a corpo freddo”, come nel caso del miscelatore termostatico Nobili Thice, ovvero evitano che il corpo possa surriscaldarsi eccessivamente causando sensazioni spiacevoli o addirittura delle scottature.

Per un tocco di classe extra, ci sono i miscelatori termostatici a incasso, che lasciano a vista solo il pannello di controllo. In questo caso, le differenze tra i vari modelli riguardano il design, che può donare all’ambiente straordinari livelli di eleganza, le modalità di controllo della temperatura e del flusso, ma soprattutto le vie di erogazione dell’acqua. Il pannello esterno funge infatti da centro di controllo dell’intera doccia e può dirottare l’erogazione dal soffione a una doccetta, ma anche ad eventuali getti idromassaggianti laterali, con l’obiettivo di massimizzare il benessere dell’utente.

DAL COMFORT ALLA SICUREZZA: I BENEFICI DEL MISCELATORE TERMOSTATICO

Passiamo dunque in rassegna i principali benefici del miscelatore termostatico, sottolineando quanto possa essere una scelta ideale per la propria doccia e, più in generale, per la casa.

  • Comfort

Regolare la temperatura una sola volta ed essere certi che rimanga tale durante tutta la permanenza, favorisce quella piacevole sensazione di relax e benessere che desideriamo provare sotto la doccia.

  • Sicurezza

Si è già detto che alcuni modelli, isolando la circolazione dell’acqua calda, controllano e gestiscono la temperatura del corpo per evitare scottature. Lo stesso vale per la temperatura dell’acqua, che un meccanismo antiscottatura impedisce possa superare i 38 gradi. Tale limite può essere superato dall’utente, ma sempre e solo in modo consapevole.

  • Consumi sotto controllo

Non dover continuamente regolare la temperatura del flusso ha un impatto importante sui consumi idrici. Inoltre, il sistema torna rapidamente alla temperatura richiesta dopo le interruzioni: ciò significa poter sospendere l’erogazione dell’acqua fino al risciacquo, nella certezza di non dover perdere tempo (e sprecare acqua) per ripristinare la temperatura voluta. Non sprecare acqua si traduce in maggiore sostenibilità ambientare e, cosa tutt’altro che secondaria, in bollette meno salate.

COME SCEGLIERE UN MISCELATORE TERMOSTATICO

Sul mercato sono disponibili svariate tipologie e modelli di miscelatore termostatico, cosa che può creare un comprensibile imbarazzo nella scelta. Vi suggeriamo alcuni parametri su cui basarla:

  • Design

La capacità di miscelare forma e funzione contraddistingue i migliori miscelatori termostatici. Il design è fondamentale per la scelta del prodotto più adatto alle proprie esigenze, ma va coordinato con la qualità dei materiali e delle finiture, tanti elementi che impreziosiscono l’estetica del prodotto ma hanno anche un impatto sulla durata e sulla qualità dell’erogazione.

  • Ergonomia

Un altro aspetto su cui concentrare l’attenzione è il carattere ergonomico del prodotto. Oltre all’impatto estetico, contano la praticità e l’immediatezza di utilizzo.

  • Caratteristiche opzionali

Meccanismi antiscottatura, limitatori del flusso d’acqua, tecnologia a corpo tiepido/freddo e selettori a sfioramento sono caratteristiche in grado di indirizzare la scelta.

  • Garanzia

Pur obbligatoria, la durata della garanzia e la sua estensione sono chiari indizi della qualità del prodotto.

Il nostro sito web ha bisogno di cookie per funzionare. Leggi l’informativa.
Maggiori informazioni